Intorno al 25 luglio 1904, quindi pochi giorni prima dell’inaugurazione delle Acque della Salute, venne inaugurato anche il Chiosco Vaccari. Divenne fin da subito punto di riferimento dell’epoca. Si trattava di un chiosco  che per come era fatto richiamava un pò lo stile orientale. La particolarità, per l’epoca, era anche un cameriere di origini africane che veniva chiamato “il moro”.

Elementi di cura

Al chiosco Vaccari in molti consumavano l’Amaro Salus e il Vino Amaro, tanto da venire considerati come un completamento della cura delle acque, come specificato nella Gazzetta Livornese n°200 del 24-25 luglio 1904.